Intesa Sanpaolo

Intesa Sanpaolo si colloca tra i primissimi gruppi bancari dell'eurozona con una capitalizzazione di mercato di 21,1 miliardi di euro (al 28 dicembre 2012).

Intesa Sanpaolo è leader in Italia in tutti i settori di attività (retail, corporate e wealth management). Occupa il primo posto per il volume degli Impegni (quota di mercato 15,7%), Depositi (17,3%), Leasing (19,7%), Fondi Pensione (22,7%), Risparmio Gestito (24,4%) e il Factoring (33,4%).

Al 30 settembre 2012 il Totale Attivo ha raggiunto 668.665 mln euro, i Crediti verso clientela 374.807 mln euro, la Raccolta diretta bancaria 376.426 mln euro, la Raccolta diretta assicurativa e reserve tecniche 79.512 mln euro. Il Patrimonio Netto ammonta a 49.185 mln euro, incluso Utile netto dei 9 mesi 2012 di 1.688 mln euro.

Il capitale sociale sottoscritto e versato è pari a euro 8.545.681.412,32. Il capitale sociale è suddiviso in n. 16.434.002.716 azioni del valore nominale di euro 0,52 ciascuna. Alla data del 22 novembre 2012 l'azionariato di Intesa Sanpaolo risulta così composto (titolari di quote superiori al 2%): Compagnia di San Paolo (9,718%), Fondazione Cariplo (4,948%), Fondazione C.R. Padova e Rovigo (4,677%), Ente C.R. Firenze (3,320%), Assicurazioni Generali S.p.A. (3,149%), Fondazione C.R. in Bologna (2,023%). Il 72,165% sono in circolazione sul mercato.

In Italia il Gruppo offre i propri servizi a 10,8 milioni di clienti avvalendosi di una rete di circa 5500 sportelli presenti su tutto il territorio nazionale con quote di mercato non inferiori al 15% nella maggior parte delle regioni.

Intesa Sanpaolo ha una presenza selettiva in Europa centro-orientale e nel Medio Oriente e Nord Africa grazie a oltre 1500 sportelli e 8,3 milioni di clienti delle banche controllate operanti nel retail e commercial banking in 12 Paesi. Vanta inoltre una rete internazionale specializzata nel supporto alla clientela corporate, che presidia 29 Paesi, in particolare il Medio Oriente e Nord Africa e le aree in cui si registra il maggior dinamismo delle imprese italiane, come Stati Uniti, Russia, Cina e India.

Intesa Sanpaolo nasce il 1° gennaio 2007 dalla fusione di due grandi realtà bancarie italiane Banca Intesa e Sanpaolo IMI.

Banca Intesa nasce nel 1998 dall'integrazione di Cariplo e Banco Ambrosiano Veneto. Nel 1999 la Banca Commerciale Italiana entra a far parte del Gruppo Intesa. Fondata nel 1894 la Banca Commerciale Italiana è stata per più di un secolo un'importante componente del sistema bancario italiano e l'istituto con la maggiore presenza all'estero. Nel maggio 2001 la Comit si fonde con Banca Intesa.

Sanpaolo IMI nasce nel 1998 dalla fusione dell'Istituto Bancario San Paolo di Torino e IMI (Istituto Mobiliare Italiano). Si tratta di due realtà fortemente complementari: l'Istituto Bancario San Paolo di Torino, è specializzato nell'attività creditizia retail, l'IMI, ente di diritto pubblico fondato nel 1931 per sostenere la ricostruzione del sistema industriale nazionale, è una primaria banca d'affari e di investimento.

L'Istituto Bancario San Paolo di Torino trae origine dal Monte di Pietà fondato a Torino nel 1563, mentre il Banco di Napoli, entrato a far parte del Sanpaolo IMI nel 2000, trae origini nel 1539 come pia istituzione improntata a spirito di carità verso i bisognosi.

Maggiori informazioni in lingua inglese e italiana sono disponibili sul sito Internet del gruppo  www.intesasanpaolo.com.