RU IT EN

Electronic banking

Chiamateci

8 800 2008 008

Filiali e sportelli Bancomat

Intesa Sanpaolo: risultati consolidati al 30 Giugno 2015

Torino, Milano, 5 Agosto 2015 – Si è riunito il Consiglio di Gestione di Intesa Sanpaolo, che ha approvato la relazione semestrale consolidata al 30 giugno 2015.

Il Gruppo nel primo semestre del 2015 ha registrato un forte miglioramento della redditività - superiore agli obiettivi del Piano di Impresa 2014-2017 - nonostante il permanere di un contesto di mercato difficile, confermando la solidità dello stato patrimoniale.

Forte aumento della redditività, superiore agli obiettivi del Piano di impresa 2014-2017.

Elevata patrimonializzazione, largamente superiore ai Requisiti normativi: common equity ratio pro-forma a regime al 13,3% tenendo conto dei dividendi maturati nel semestre.

Utile netto del 1° semestre 2015 a oltre € 2 mld, superiore all’ammontare dei dividendi annunciati per l’esercizio 2015.

Forte crescita delle commissioni (il dato semestrale piu’ elevato dalla nascita di intesa sanpaolo), con una sostenuta dinamica del risparmio gestito.

Diminuzione degli accantonamenti nel semestre, che riflettono il miglioramento nel trend del credito.

Flusso semestrale lordo di crediti deteriorati provenienti da bonis il piu’ basso dal 2007.

Intesa Sanpaolo e’ un acceleratore della crescita Dell’economia reale in italia: 19 mld di euro di nuovo credito a medio-lungo termine a famiglie e imprese del paese nel semestre (+41% vs 1° semestre 2014), in crescita a 11 mld nel 2°trimestre da 8 mld nel 1° trimestre; 8.400 aziende riportate in bonis nel semestre, in crescita a 4.900 nel 2° trimestre da 3.500 nel 1° trimestre, e 17.400 dal 2014.

Utile netto del 1° sem. 2015 superiore all’ammontare dei dividendi annunciate per l’esercizio 2015, il piu’ elevato dato semestrale dal 1° sem. 2008:
• € 2.004 mln, vs € 720 mln nel 1° sem. 2014

Utile ante imposte in forte crescita, il piu’ elevato dato semestrale dal 1°sem. 2008:
• € 3.317 mln , +54,2% vs 1° sem. 2014

Risultato della gestione operativa in significativo aumento, il piu’ elevato dato semestrale dalla costituzione di intesa sanpaolo:
• € 5.165 mln, +16,7% vs 1° sem. 2014

Sostenuta dinamica delle commissioni nette, il piu’ elevato dato semestrale dalla costituzione di intesa sanpaolo:
• € 3.794 mln, +14,6% vs 1° sem. 2014

Costante controllo degli oneri operativi:
• € 4.235 mln nel 1° sem. 2015, +2,1% vs 1° sem. 2014

Diminuzione degli accantonamenti, che riflettono il miglioramento nel trend del credito e con aumento del livello di copertura, nonostante gli oneri relativi al fondo di garanzia dei depositi e al fondo di risoluzione europea:
• rettifiche su crediti nel 1° sem. 2015 le piu’ basse dal 1° sem. 2011: € 1.614 mln, - 28,8% vs 1° sem. 2014
• flussi di crediti deteriorati provenienti da bonis nel semestre i piu’ bassi dal 2007 per i flussi lordi: flussi netti -28% e flussi lordi -27% vs 1° sem. 2014
• livello di copertura specifica dei crediti deteriorati salito al 47,3% (47% a
Fine 2014)
• circa € 140 mln stanziati nel 1° sem. 2015 a fronte degli oneri stimati per l’intero 2015 relativi al fondo di garanzia dei depositi e al fondo di risoluzione europea

Elevata patrimonializzazione, largamente superiore ai requisiti normativi;

Common equity ratio, tenendo conto di € 1 mld di dividendi maturati nel 1° sem. 2015:
• 13,4% secondo i criteri transitori per il 2015 (1)
• 13,3% secondo i criteri a regime (2)

DATI DI SINTESI:
PROVENTI OPERATIVI NETTI:
+9,7%
A € 9.400 MLN DEL 1° SEM. 2015 DA € 8.572 MLN DEL 1° SEM. 2014;
-2,2% A € 4.648 DEL 2° TRIM. 2015 DA € 4.752 MLN DEL 1° TRIM. 2015

ONERI OPERATIVI:
+2,1% A € 4.235 MLN DEL 1° SEM. 2015 DA € 4.148 MLN DEL 1° SEM. 2014;
+0,5% A € 2.123 DEL 2 TRIM. 2015 DA € 2.112 MLN DEL 1° TRIM. 2015

RISULTATO GESTIONE OPERATIVA:
+16,7%
A € 5.165 MLN DEL 1° SEM. 2015 DA € 4.424 MLN DEL 1° SEM. 2014;
-4,4% A € 2.525 DEL 2 TRIM. 2015 DA € 2.640 MLN DEL 1° TRIM. 2015

RISULTATO CORRENTE LORDO IMPOSTE:
+54,2%
A € 3.317 MLN DEL 1° SEM. 2015 DA € 2.151 MLN DEL 1° SEM. 2014;
-12,2% A 1.551 MLN DEL 2 TRIM. 2015 DA € 1.766 MLN DEL 1° TRIM. 2015

RISULTATO NETTO:
€ 2.004 MLN
DEL 1° SEM. 2015, DA € 720 MLN DEL 1° SEM. 2014;
€ 940 MLN DEL 2 TRIM. 2015, DA € 1.064 MLN DEL 1° TRIM. 2015

COEFFICIENTI PATRIMONIALI
Common equity ratio post dividendi maturati:
-13.3% pro-forma a regime(3);
-13.4% con criteri transitori per il 2015(4).

____________
(1) Includendo l’utile netto del semestre dopo la deduzione dei dividendi maturati.
(2) Stimato applicando ai dati di bilancio del 30 giugno 2015 i parametri indicati a regime, considerando l’assorbimento totale delle imposte differite attive (DTA) relative all’affrancamento del goodwill, l’atteso assorbimento delle DTA relative alle perdite pregresse, la prevista distribuzione dell’utile assicurativo del primo semestre 2015 e il Danish compromise (per cui gli investimenti assicurativi vengono trattati come attivi ponderati per il rischio anziché dedotti dal capitale, con un beneficio di 6 centesimi di punto).
(3) Stimato applicando ai dati di bilancio del 30 giugno 2015 i parametri indicati a regime, considerando l’assorbimento totale delle imposte differite attive (DTA) relative all’affrancamento del goodwill, l’atteso assorbimento delle DTA relative alle perdite pregresse, la prevista distribuzione dell’utile assicurativo del primo semestre 2015 e il Danish compromise (per cui gli investimenti assicurativi vengono trattati come attivi ponderati per il rischio anziché dedotti dal capitale, con un beneficio di 6 centesimi di punto).
(4) Includendo l’utile netto del semestre dopo la deduzione dei dividendi maturati.
 

Tutti i comunicati stampa

Your browser is outdated! The site will not work properly. To fix this problem, click here

×