RU IT EN

Electronic banking

Chiamateci

8 800 2008 008

Filiali e sportelli Bancomat

Antonio Fallico: Il Mezzogiorno non sfrutta tutto il potenziale delle relazioni commerciali ed economiche con la Russia

23 marzo 2018, Napoli, Mosca. A Napoli (Campania) oggi si è tenuto il IV seminario russo-italiano dedicato alla cooperazione economica bilaterale. E’ stata discussa l'interazione nel commercio e relazioni economiche, agricoltura e turismo.

Il seminario era organizzato dall'Associazione Conoscere Eurasia, la fondazione Roscongress e il Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo, con il sostegno di Banca Intesa, del gruppo bancario Intesa Sanpaolo e del Banco di Napoli.

Ai rappresentanti delle imprese campane e russe si è rivolta una trentina di personalità, tra cui  l'Ambasciatore d'Italia in Russia, Pasquale Terraciano, e l'Ambasciatore della Federazione Russa in Italia, Sergey Razov.

“La Campania può rafforzare ulteriormente il traino dell’internazionalizzazione del Sud verso la Russia. Infatti, i dati elaborati da Conoscere Eurasia evidenziano il grande potenziale inespresso delle eccellenze di questa regione. Agroalimentare e turismo sono sicuramente due leve fondamentali. E se per la prima occorre, forse, diversificare la strategia imprenditoriale rispondendo alla domanda russa con partnership e delocalizzazioni all’insegna del Made with Italy, sul turismo servirà sempre di più puntare su una riqualificazione dei servizi e sull’ammodernamento delle strutture ricettive”, ha detto in apertura del seminario il Presidente di Banca Intesa e presidente dell'Associazione Conoscere Eurasia, Antonio Fallico.

Il commercio tra la Russia e la regione Campania riflette una tendenza alla ripresa della crescita. Le esportazioni italiane dalla Campagna in Russia sono aumentate, nel 2017, del 16,7% rispetto all'anno 2016, superando 83 milioni di euro. La crescita più importante riguarda i macchinari e gli apparecchi (+76,6%), anche se in termini assoluti il volume non è grande – 7,8 milioni di euro.

Tutti i comunicati stampa

Your browser is outdated! The site will not work properly. To fix this problem, click here

×