RU IT EN

Electronic banking

Chiamateci

8 800 2008 008

Filiali e sportelli Bancomat

Antonio Fallico: L’Italia e la Russia restano dei partner economici fondamentali

13 aprile 2018, Catania, Mosca. A Catania oggi si è tenuto il X business forum Italo-russo.

Al centro dell'attenzione dei partecipanti si sono trovati il commercio e le relazioni economiche tra l’Italia e la Russia, la medicina e la farmaceutica, l'innovazione tecnologica e le imprese innovative, il turismo.

Il forum è organizzato dall'Associazione Conoscere Eurasia, la Camera di Commercio di Catania, Ragusa, Siracusa della Sicilia orientale, la fondazione Roscongress, il Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo, con il sostegno di Banca Intesa, del gruppo Intesa Sanpaolo e dell'aeroporto di Catania.

Davanti agli imprenditori della Sicilia e della Russia hanno preso parola una trentina di operatori economici italiani e russi, ma anche il Presidente della Camera di Commercio di Catania, Ragusa, Siracusa della Sicilia orientale, Pietro Agen, l'Ambasciatore della Federazione Russa in Italia, Sergey Razov, il Presidente dell’Aeroporto di Catania, Daniela Baglieri.

I partecipanti hanno constatato che nel 2017 è cambiata la tendenza nel commercio tra la Sicilia e la Russia, con il ritorno della crescita dopo un periodo di declino. L'anno scorso il volume degli scambi ha superato i 2 miliardi di euro, con un incremento del 37,5% rispetto al 2016. La Sicilia è la seconda regione italiana, dopo l’industrializzata Lombardia, per gli interscambi con la Russia. La crescita è dovuta principalmente alle importazioni dalla Russia, in quanto le vendite siciliane in Russia, seppure in aumento del 33,5% rispetto all’anno precedente, pesano per 25,7 milioni di euro.

Un’attenzione particolare è stata prestata alla collaborazione tra l’Università Federale del Baltico Immanuel Kant di Kaliningrad e l'Università di Catania, l'accordo tra le quali era stato firmato proprio un anno fa.

“L’Italia e la Russia restano dei partner economici fondamentali. Gli imprenditori dei nostri due Paesi mirano ad una cooperazione efficace e allo sviluppo, malgrado la congiuntura geopolitica globale. Oggi più che mai la comunità imprenditoriale e industriale italiana ed europea deve intervenire presso i governi nazionali affinché si ripristinino il dialogo e il buon senso. La diplomazia del business è l’intermediario super partes per ricucire i rapporti con la Russia”, ha detto in apertura del business forum il Presidente di Banca Intesa, Presidente dell'Associazione Conoscere Eurasia, Antonio Fallico.

 

Tutti i comunicati stampa

Your browser is outdated! The site will not work properly. To fix this problem, click here

×