RU IT EN

Electronic banking

Chiamateci

8 800 2008 008

Filiali e sportelli Bancomat

Antonio Fallico: diviene ancora più importante supportare la ripresa delle relazioni economiche e commerciali sia a livello nazionale che regionale

4 aprile 2019, Napoli, Mosca. A Napoli si è svolto oggi il V seminario italo-russo dedicato alla cooperazione economica bilaterale. Sono state discusse le tematiche del settore agroalimentare, della moda e del turismo.

L'evento è organizzato dall'Associazione Conoscere Eurasia, dalla Fondazione Roskongress e dal Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo con il sostegno di Banca Intesa e del gruppo Intesa Sanpaolo.

Agli operatori economici della regione Campania e della Russia, riuniti a Napoli, si sono rivolti una ventina di relatori, tra cui il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, il ministro per la produzione e la ricerca scientifica della regione Campania, Antonio Marchiello, e l'ambasciatore della Russia in Italia, Sergey Razov, nonchè imprenditori di entrambi i Paesi.

“Nonostante la contrazione dell’export italiano verso la Russia, le relazioni tra Italia e Federazione Russa restano fondamentali e salde, ha detto in apertura dei lavori il Presidente di Banca Intesa, Presidente di Conoscere Eurasia, Antonio Fallico. In un contesto geopolitico ancora pervaso da un clima di sfiducia del business derivato anche dalle sanzioni, diviene ancora più importante supportare la ripresa delle relazioni economiche e commerciali sia a livello nazionale che regionale. La Campania rappresenta la regione apri pista per i rapporti commerciali tra il Sud Italia e la Russia. È quindi strategico rafforzare l’asse tra i due Paesi per favorire una forte cooperazione dalla quale possono nascere e svilupparsi eccellenti possibilità imprenditoriali”.

Secondo i dati ISTAT elaborati da Conoscere Eurasia, l’interscambio commerciale tra Campania e Russia nel 2018 ha raggiunto quota 128 milioni di euro, in calo del 15% rispetto al 2017, dovuto soprattutto alla contrattazione delle importazioni dalla Russia. Da questa parte del Sud Italia sono cresciute le vendite al mercato russo di macchinari (+30%) e degli alimentari (+8%), un calo è osservato nel tessile e nella metallurgia, nonché nei mezzi di trasporto. Si conferma anche l’incremento delle presenze di turisti Russi in Campagna, del 67% dal 2015 al 2018.  

Al livello nazionale, nel 2018, l’interscambio Italia-Russia ha registrato un incremento positivo del 5,5% rispetto all'anno 2017, superando 21,4 miliardi di euro. Le importazioni dalla Russia sono aumentate nell'ultimo anno del 12%, mentre le esportazioni italiane sono diminuite del 4,5%.

 

Tutti i comunicati stampa

Your browser is outdated! The site will not work properly. To fix this problem, click here

×