RU IT EN

Electronic banking

Chiamateci

8 800 2008 008

Filiali e sportelli Bancomat

Antonio Fallico: Le imprese siciliane hanno ancora molto potenziale da esprimere nella cooperazione commerciale con la Russia

12 aprile 2019, Catania, Mosca. A Catania oggi si è tenuto l’XI Business forum italo-russo. I partecipanti hanno discusso i rapporti economico-commerciali e culturali tra l’Italia, la Russia e la Sicilia, in particolar modo nell’innovazione tecnologica e imprese innovative, sanità e turismo.

 

Il forum è organizzato dall'Associazione Conoscere Eurasia, la fondazione Roscongress, il Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo, con il sostegno di Banca Intesa, del gruppo Intesa Sanpaolo e dell'Aeroporto di Catania.

 

Davanti agli imprenditori della Sicilia e della Russia hanno preso parola più di una ventina di operatori economici italiani e russi, ma anche il Sindaco di Catania, Salvo Pogliese, e il Presidente dell’Aeroporto di Catania, Daniela Baglieri.

 

Si è notato che nel 2018 l’interscambio tra la Russia e la Sicilia ha superato i 2 miliardi di euro, che ha permesso a questa regione di confermarsi il secondo partner commerciale della Russia. Questo risultato è ottenuto, innanzitutto, grazie a importazioni russe verso l'isola (+0,3%). Invece le vendite di prodotti siciliani alla Russia sono diminuite nell'ultimo anno del 6,5%.

 

“La Sicilia rimane un importante partner commerciale per la Federazione Russa, ha detto il Presidente di Banca Intesa, Presidente di Conoscere Eurasia, Antonio Fallico. Le imprese siciliane hanno ancora molto potenziale da esprimere, soprattutto sul fronte delle esportazioni e della capacità di rispondere efficacemente alla domanda russa. È necessario imprimere una svolta al modello di cooperazione, favorendo in primis il turismo, gli scambi ma anche un nuovo processo di collaborazione industriale fondata sull’innovazione”.

Tutti i comunicati stampa

Your browser is outdated! The site will not work properly. To fix this problem, click here

×