RU IT EN

Electronic banking

Chiamateci

8 800 2008 008

Filiali e sportelli Bancomat

Il XII Forum Economico Eurasiatico si apre a Verona

24 ottobre 2019, Verona, Mosca. A Verona, dal 24 al 25 ottobre, si tiene il XII Forum Economico Eurasiatico, il cui tema principale è “Il business collega l'Eurasia, dall'Atlantico al Pacifico”. Il Forum è organizzato dall’Associazione Conoscere Eurasia, in collaborazione con la fondazione Roscongress e il Forum Economico Internazionale di San Pietroburg, con il sostegno, tra gli altri, di Banca Intesa e del Gruppo Intesa Sanpaolo.

I partecipanti discuteranno i problemi più attuali legati alla cooperazione tra le imprese dei Paesi dell'Eurasia, tra cui il ruolo costruttivo delle imprese nella geopolitica moderna, lo sviluppo dell’energetica e la sicurezza energetica, la creazione di un'economia di cooperazione dall'Atlantico al Pacifico, i nuovi modelli finanziari, i trasporti e i progetti infrastrutturali, l'economia digitale. 

Per il secondo anno consecutivo si terranno anche delle sessioni speciali, su argomenti limitati, che si svolgeranno contemporaneamente alle sessioni plenarie. Saranno presentate le opportunità di investimento dell’Uzbekistan, delle regioni di Sverdlovsk e Orenburg, le nuove tecnologie nello sviluppo dell'energia e dei trasporti della città di Mosca, verrà anche abordato il problema della diseguaglianza sociale come uno dei motivi dell’attuale crisi mondiale.

Al Forum prenderanno parte membri di Governi di diversi Paesi, dirigenti di grandi imprese e organizzazioni finanziarie, uomini politici e pubblici, diplomatici, esperti, giornalisti provenienti da Italia, Russia e decine di Paesi dall'Atlantico al Pacifico.

L’evento sarà aperto da una sessione speciale, alla quale parteciperà il Presidente e CEO di Rosneft, Igor Sechin. Vi prenderanno parola il Presidente della Fondazione per la Collaborazione tra i Popoli e Presidente del Consiglio dei ministri italiano (1996-1998, 2006-2008), Romano Prodi, il Direttore Esecutivo del Gruppo BP, Robert Dudley, il Direttore Esecutivo del Comitato tedesco per i rapporti economici con l’Europa dell’Est, Michael Harms, la Presidente dell’Eni e  Presidente e Amministratore Delegato di Marcegaglia Holding, Emma Marcegaglia, il CEO di Glencore International, Ivan Glasenberg e il Presidente e CEO della banca VTB, Andrey Kostin.

Alle sessioni tematiche prenderanno parola il Ministero dello Sviluppo Economico dell’Italia, Stefano Patuanelli, il Segretario di Stato Russia-Bielorussia, Grigory Rapota, la Ministro del Commercio della Commissione Economica Eurasiatica, Veronica Nikishina, il Presidente del Management Board di NOVATEK, Leonid Mikhelson, Vice-Presidente del CDA di Gazprom e Direttore Generale di Gazprom Export, Elena Burmistrova, il Presidente dell'Acri e Presidente della Compagnia di San Paolo, Francesco Profumo, il Presidente del CDA della Fondazione Skolkovo, Victor Vekselberg, il CEO e Direttore Generale della SACE, Alessandro Decio, il Presidente della Black Sea Trade and Development Bank (BSTDB), Dmitry Pankin, il Presidente e Fondatore di Maire Tecnimont, Fabrizio Di Amato, il Presidente della Credit Bank of Moscow, Vladimir Chubar, il Presidente del Gruppo Bosco di Ciliegi, Mikhail Kusnirovich, il Capo del Corporate and Investment Banking Division di Intesa Sanpaolo, Mauro Micillo, il Presidente dell’Unione degli Industriali e degli Imprenditori della Russia, Aleksander Shokin, il Presidente dell’Associazione delle Banche Russe, Garegin Tosunyan, il Presidente dell’Associazione del Business Europeo, Presidente per la Russia & CIS e Senior Vice-Presidente della Direzione Generale di Schneider Electric, Johan Vanderplaetse, il Direttore Generale e Presidente della Corporation SME, Alexander Braverman, il Governatore della regione Puglia, Michele Emiliano, la Sindaco di Torino, Chiara Appendino, il Presidente del Consiglio di Sorveglianza della International Peace Foundation, Alfred von Liechtenstein e molti altri.

“Occorre sviluppare con determinazione e proattività quello che chiamiamo diplomazia del business, ha detto, riguardo all’importanza del Forum, il Presidente di Banca Intesa e di Conoscere Eurasia, Antonio Fallico. Gli imprenditori devono influenzare la diplomazia politica tradizionale, vincolata da centinaia di fattori che spesso la rendono inerte e immobile. Il business deve  promuovere i reali interessi delle economie nazionali e anche sovranazionali, stabilire contatti, elaborare nuove idee, proporre soluzioni. Gli imprenditori, dall’Atlantico al Pacifico, hanno troppi interessi in comune, i loro mercati sono complementari, intrecciati e vicini, anche geograficamente”.

Tutti i comunicati stampa

Your browser is outdated! The site will not work properly. To fix this problem, click here

×